La Terrazza Sorrento

Procida

procida

Procida è una piccola isola nel Golfo di Napoli, situata tra la terraferma e la più grande isola di Ischia.

procida
Procida

Procida è molto popolata, con 10.000 residenti concentrati in meno di due miglia quadrate, ed ha un’atmosfera più autentica e vissuta rispetto a Capri e Ischia. L’isola non ha molti punti di interesse particolari e sfortunatamente sembra trascurare quelli che ha. Questo può essere frustrante per i viaggiatori, che sarebbero meglio consigliare di venire qui per il fascino pittoresco, un po ‘malandato dell’isola che per cercare attrazioni culturali. Procida può essere visitata come una gita di un giorno, lasciando abbastanza tempo per vedere i panorami più belli e godersi un buon pasto sul porto, o per un soggiorno più lungo con il tempo per rilassarsi sulla spiaggia. Come “Capri”, “Procida” è pronunciato con lo stress della prima sillaba. Il fascino di Procida l’ha portato ad essere protagonista di numerosi film tra cui il classico Il Postino ed Il talento di Mr Ripley. È stato anche usato come ambientazione letteraria, in particolare nell’Isola di Arturo, un romanzo del 1957 di Elsa Morante che raccomanderei di leggere prima di una visita.

Procida ha frequenti servizi di traghetti da Napoli ed Ischia, e ha molti buoni hotel e B&B a prezzi più convenienti di altri luoghi di bellezza italiani. Procida è di origine vulcanica e molte delle sue baie ricurve ricordano ancora i crateri. Il litorale roccioso è tutto “fuori e dentro”, anche se ci sono pochi posti dove puoi camminare lungo la costa, o avere una panoramica dell’isola, può essere difficile avere un’idea della geografia di Procida una volta che sei effettivamente in l’isola. Sulla costa nord-orientale dell’isola si trova il principale snodo urbano, Procida Porto, dove attraccano i traghetti ed i piccoli autobus che si snodano intorno alla rete stradale dell’isola. La parte più antica dell’insediamento è qui, su un alto promontorio difensivo. Il resto dell’isola è piuttosto edificato, sebbene ci sia anche molta agricoltura su piccola scala che produce frutta e verdura. Le abitazioni residenziali sono disperse in tutta l’isola, ma all’estremità meridionale di Procida c’è un altro insediamento più concentrato, chiamato Chiaiolella. Un piccolo isolotto ricurvo, chiamato Vivara, si trova accanto a Procida; ora è una riserva naturale.

Muoversi a Procida
Procida è abbastanza piccola da poter percorrere la maggior parte delle distanze sull’isola. Tuttavia, le sue strade strette sono trafficate ed in luoghi dove i pedoni devono appiattirsi contro le alte mura quando passano auto e autobus. È preferibile spostarsi utilizzando i piccoli bus dell’isola, che funzionano frequentemente. Questi partono dal lato del porto della chiesa dal porto principale, con una fermata dell’autobus vicino al molo dei traghetti. Puoi comprare i biglietti dall’autista, anche se è più economico comprarli in anticipo in un bar o in un tabacchi – se ti fermi sull’isola, vale la pena comprare un blocchetto di biglietti per risparmiare sui viaggi.

procida
procida

Porto
I visitatori che sbarcano dai traghetti arrivano prima al Porto. Una strada corre lungo il porto dal molo dei traghetti per un porto turistico, passando per la chiesa principale dell’isola, Santa Maria della Pietà. Lungo il lato verso terra della strada ci sono negozi, ristoranti e bar, con il resto della città costruito sulle pendici dietro. Questo è un insediamento abbastanza piacevole ed utile per lo shopping ed il mangiare. Dalla chiesa, una pittoresca stradina si inerpica verso l’alto fino a un incrocio dove si gira a sinistra per salire alla Terra Murata.

Terra Murata e l’Abbazia di San Michele
Sopra il porto si trova la falesia più alta e più difensiva dell’isola, il sito del più antico insediamento, una fortezza, un monastero e – fino a poco tempo fa – una prigione. Salendo attraverso due porte di pietra, si raggiunge un pittoresco insediamento ancora abitato, la Terra Murata, che significa “terra murata”. Ci sono viste superbe dalla strada che porta alle pareti e da una terrazza panoramica che guarda verso il Golfo di Napoli. Se non ti piace camminare in salita attraverso la città, puoi prendere l’autobus C2 dal porto alle mura esterne del promontorio.

Questo è un luogo suggestivo, anche se gli edifici più importanti qui, la vecchia prigione e le rovine religiose sulle rupi, stanno vuoti e in rovina. Un sito aperto al pubblico è l’Abbazia di San Michele, l’Abbazia di San Michele. L’Abbazia è un edificio curioso e intrigante, e merita una visita. La chiesa principale è piena di opere d’arte, tra cui molte rappresentazioni dell’Arcangelo Michele, venerato come il salvatore di Procida. L’atmosfera è romanticamente decaduta; l’abbazia soffre di una cronica mancanza di fondi. Una visita guidata prosegue attraverso i livelli inferiori dell’abbazia, costruiti nelle scogliere. Le attrazioni includono una biblioteca polverosa, presepi storici (recentemente rubati, poi parzialmente recuperati), e il punto macabro dove cadaveri importanti venivano appesi ad asciugare e mummificare. I teschi decorano una piccola cappella, mentre le finestre che scricchiolano si aprono sul mare blu. È un tour atmosferico, maturo di storia e abbandono.

Corricella
Il posto più pittoresco ed affascinante dell’isola di Procida è Marina della Corricella. Questa è una sottile striscia di lungomare sostenuta da una scogliera fatta di case di pescatori – almeno, questa è l’impressione colorata. Dietro un lungo porto peschereccio, le case sono state costruite sopra e dentro la roccia in una specie di caos piuttosto verticale. Ci sono diversi bar e ristoranti alla Corricella, con tavoli piacevolmente sparpagliati sul lungomare, intervallati da pescherecci dipinti e gatti del porto nascosti tra reti ammucchiate. Nonostante l’evidente fascino turistico dell’insediamento, ha ancora un aspetto “autentico”, come gran parte di Procida. Questo è un posto meraviglioso per un pranzo pigro o una cena romantica con l’acqua che lambisce nelle vicinanze. Sfortunatamente è un po distante dalle linee di autobus più vicine, e bisogna risalire i vicoli o le scale per lasciare l’insediamento, ma ne vale la pena. Se hai appena visitato la Terra Murata, puoi fare una scalinata fino a Corricella dalla strada che porta al promontorio.

procida
procida

Marina di Chiaiolella

Chiaiolella (un vero boccone di un nome) è all’estremità dell’isola, raggiungibile con gli autobus L1 e L2. Il villaggio è piacevole senza essere selvaggiamente pittoresco. La sua caratteristica più interessante è la posizione, su una stretta striscia di terra con una spiaggia un lato e un grazioso porto l’altro. Ciò significa che puoi goderti una piacevole breve passeggiata circolare sul lungomare. Il porto di Chiaiolella è stato trasformato in un grande porto turistico per il tempo libero, che si anima nei fine settimana estivi quando le famiglie italiane sbarcano dai loro yacht per un pasto o una passeggiata o chiacchierano con pasti a bordo. È anche un porto di pesca funzionante, e facendo strada tra le pile di reti lungo il molo, si giunge ad una strana colonia di gatti e anatre, oltre ad una bella vista del tramonto sul porto turistico. La spiaggia è la migliore dell’isola (più sotto). Il lungo tratto di sabbia è sostenuto da vari bar e ristoranti sulla spiaggia, una strada stretta e oltre, baracche ed orti. È un’atmosfera strana, piuttosto trasandata, ma attraente. La strada principale della Chiaiolella corre verso il porto ed ha una discreta gamma di piccoli negozi. Ci sono due o tre ristoranti e bar lungo la riva del porto, un luogo in cui si vede l’atmosfera spostarsi da morta ad effervescente nel giro di due ore. La segnaletica turistica punta dalla Chiaiolella alla piccola isola di Vivara, collegata a Procida da un lungo e stretto ponte. Tuttavia, nonostante la pubblicità di questa riserva naturale, l’isola è stata chiusa al pubblico per anni – anche se i visitatori “non ufficiali” si arrampicano ovviamente oltre il recinto accanto al cancello di accesso con lucchetto.

Spiagge

Procida ha diverse spiagge, di diversa qualità. La spiaggia più vicina al porto è a pochi minuti a piedi a destra appena sbarcati sul traghetto. C’è un’altra piccola spiaggia sul lato opposto del grande porto turistico, con una scalinata che sale verso la parte vecchia della città. Anche se abbastanza popolare, nessuna di queste spiagge è terribilmente attraente. C’è una spiaggia migliore a metà della lunghezza dell’isola, sulla sponda orientale oltre la Corricella. Questa spiaggia, chiamata Chiaia, è raggiungibile a piedi, scendendo una lunga scalinata da Corso Vittorio Emanuele. Sulla sponda nord-occidentale dell’isola si trova Cala del Pozzo Vecchio, una scenografica baia rotonda sotto le scogliere, dove è stata girata una parte del Postino. Lo svantaggio è che le scogliere sopra la stretta spiaggia significano che la sabbia è all’ombra per una parte della giornata. Pozzo Vecchio si trova in un ambiente insolito, appena sotto il cimitero dell’isola (prendi l’autobus C1 e percorri una stretta stradina sulla destra).

Anche se tutte queste spiagge hanno i loro meriti, se è il sole, il mare e la sabbia che cerchi, ti consiglio vivamente di prendere l’autobus per Chiaiolella. Questa è la migliore spiaggia dell’isola, lunga e sabbiosa con le viste attraenti di Vivara e Ischia. Ci sono diverse concessioni sulla spiaggia dove è possibile noleggiare un lettino, o mangiare in una terrazza sopra la sabbia. C’è anche qualche spiaggia libera. L’autobus si ferma proprio di fianco.

procida
procida

Altre cose da fare intorno Procida

Una volta che hai visto le attrazioni di Procida e goduto del tempo in riva al mare, altre attività possibili includono gite di un giorno in altre isole. Ischia è raggiungibile in 20 minuti di traghetto, ed in estate a volte ci sono gite turistiche giornaliere per Capri. Potresti anche prendere uno dei traghetti regolari e visitare Pozzuoli sulla terraferma. Nella stagione turistica ci sono giri in barca intorno alla costa di Procida, generalmente partendo la mattina dal porto. Chiedi al tuo hotel o a un’agenzia di tour per maggiori dettagli, come dovresti prenotare in anticipo.

Viaggiare a Procida

L’aeroporto più vicino a Procida è quello di Napoli Capodichino. Dall’aeroporto, prendere un autobus per il lungomare (Molo Beverello). I traghetti per Ischia generalmente si fermano a Procida; la destinazione sarà pubblicizzata. Ci sono servizi veloci e lenti, e alcuni partono da un altro porto di Napoli, chiamato Mergellina, che è comodo per la rete ferroviaria italiana. Procida è anche servita da traghetti da Pozzuoli, una città vicina sulla terraferma. Ci sono alcune interessanti rovine romane a Pozzuoli, quindi si potrebbe fare un interessante abbinamento con Procida per una vacanza.

Gita di un giorno a Procida

Se stai visitando Procida per una gita di un giorno, cammina fino a Terra Murata e visita l’abbazia se è aperta. Ammirate le vedute sul Golfo di Napoli e sul litorale di Procida. Poi scendi a Corricella per un piacevole pranzo all’aperto vicino al porto. Nel pomeriggio, se hai tempo, prendi un autobus per Chiaiolella dove puoi tuffarti sulla spiaggia prima di tornare in autobus al porto.

Alloggiare a Procida

Procida non ha molti hotel, ma il visitatore troverà ancora una serie di tipi di alloggi sparsi in tutta l’isola. È possibile trovare un affare molto migliore qui che in molte altre parti d’Italia, soprattutto al di fuori dei mesi più affollati di luglio e agosto. Tuttavia, poiché la disponibilità è limitata, è meglio prenotare con un po’ di anticipo.